Realizzare pavimenti e rivestimenti in resina richiede esperienza, alta qualità dei materiali e preparazione da parte degli operatori specializzati.
Giuliano è un punto di riferimento a Messina per un servizio all’avanguardia che mette in risalto la qualità dei materiali, la tecnica originale e il tocco artistico che i pavimenti e rivestimenti in resina possono garantire.

Pavimento in resina Messina

Pavimenti e rivestimenti in resina a Messina: Cos’è la resina?

La resina sintetica è stata inizialmente utilizzata per pavimenti di tipo industriale monocromatico.

Le prime richieste di resina decorata sono arrivate agli inizi degli anni ’90 da parte di giovani architetti alla ricerca di nuove soluzioni adattabili alle tendenze del mercato.

Da allora si è imposta prepotentemente tra i materiali di finitura nell’architettura d’interni. Con le sue molteplici espressioni formali e cromatiche consente di caratterizzare e trasformare senza interventi invasivi, qualsiasi tipo di ambiente.

Attualmente l’uso della resina decorata è destinato ad un’ampia utenza:

  • HOME (soggiorno, cucine, bagni, camere da letto, decorazioni murali, ecc..)
  • CONTRACT (hotel, showroom, bar, ristoranti, wellness, ecc…)
  • BUSINESS (uffici, magazzini, spazi produttivi, autorimesse, celle frigorifere, ecc..)
  • PUBLIC (shopping center, fiere, musei, strutture sanitarie, centri di ricerca, ecc…)
  • DESIGN (elementi d’arredo, quadri, pannelli, ecc….)

La resina epossidica è un materiale sintetico con eccezionali proprietà adesive, impermeabili, rinforzanti e strutturali tanto è vero che inizialmente è stata utilizzata in ambito aeronautico e spaziale come adesivo tenace e come base per la produzione di manufatti a elevatissima resistenza.

Rivestimenti in resina Messina Francesco Giuliano

È un materiale plastico viscoso di aspetto simile, quando è polerimizzato,  alla resina vegetale, in grado di solidificare a spessore. Alcuni sistemi epossidici sono idonei al contatto con alimenti.

Anche l’acrilico è una resina sintetica in emulsione acquosa che crea un lattice (tipo il lattice di caucciù) di elevata flessibilità, adesione e traspirabilità.

La continua e sempre crescente richiesta di resine  ha imposto di realizzare prodotti e procedure tali da facilitare la posa di rivestimenti resinosi.

Tutti i nostri prodotti sono di basso impatto tossicologico, solvent-free, a base acquosa ed a bassissimo contenuto di COV.

Resina: dove e come posarla

Realizzare pavimenti e rivestimenti in resina, come già accennato, rientra nel core-business della ditta  Giuliano a Messina, unica nel suo genere e garante di una qualità che rappresenta una novità per la città in cui opera.

Le resine, con temi artistici e non, vengono posate con tecniche artigianali, applicate per colata o per stratificazione, in uno spessore medio di 2-3 mm, su supporti di diversa natura, sia in orizzontale sia in verticale.

L’applicazione consiste nella sovrapposizione di diversi strati, composti da resine epossidiche termoindurenti e additivi, che fungono da leganti, eseguita direttamente sul manufatto da rivestire. Si applicano a rullo l’ancorante, il primer, poi a spatola la resina neutra o colorata, la verniciatura finale di protezione, lucida, semilucida od opaca a seconda dell’effetto voluto.

Il manto resinifero si presenta continuo, gli effetti estetici della spatolatura e i colpi chiaroscurali, impressi dalla lavorazione a più mani, possono essere più o meno evidenziati.

La stesura stratificata conferisce comunque alle superfici in resina un effetto materico di particolare profondità e lucentezza e l’esecuzione manuale dona quel particolare carattere irregolare alla finitura, pregio che la accomuna ad altri materiali naturali e ai classici stucchi veneziani e intonachino a finto marmo.

La perizia e la professionalità del posatore risultano determinanti. La manodopera ordinaria spesso non è qualificata, meglio rivolgersi ad artigiani specializzati in questa tecnica, esperti stuccatori o veri e propri artisti-decoratori, se si vuole ottenere un lavoro su misura appositamente creato, unico e irripetibile.

Le resine possono essere applicate su: cemento, piastrelle, marmi, legno, metallo, ecc.

Il pavimento in resina può essere realizzato ex-novo su sottofondi in cemento e calcestruzzo o addirittura può essere utilizzato quale rivestimento di una vecchia pavimentazione in piastrelle.

Lo spessore contenuto in pochi millimetri e la formidabile capacità di adesione a qualsiasi supporto ne fanno la soluzione per eccellenza anche per il rinnovamento di superfici obsolete senza necessità di invasive e costose demolizioni, rimozione di pavimenti e sottofondi esistenti. Inoltre, grazie al sottile spessore non si deve ricorrere al classico taglio di porte e infissi reso in genere necessario dalla sovrapposizione sull’esistente.

Commenti

commenti

Share This